Progetto Educativo 2016/2017

Quest’anno l’ASILO NIDO MERALO’ propone ai bambini iscritti il seguente progetto didattico:

ASILO NIDO MERALO’ PROGETTO EDUCATIVO
a cura del team dell’Asilo Nido MERALO’

Il nostro asilo, come ogni nido, è un luogo di vita quotidiana, ricco perciò di esperienze e relazioni significative; è un luogo dove ogni bambino trova occasione di gioco, curiosità, scoperta, socializzazione e conoscenza, in un luogo sereno e stimolante, e nel rispetto dei propri ritmi evolutivi.

L’asilo nido, nasce per agevolare i genitori che lavorano ma, allo stesso tempo, è l’offerta che una società propone per l’educazione dei propri cuccioli. Nato come luogo di gioco, l’asilo è diventato un vero e proprio spazio di apprendimento, una sorta di debutto in società dei bambini: è il luogo degli incontri stabili e continui con coetanei ( i pari ) e con adulti ( le educatrici ); è il luogo delle regole ( la società ) e della vita di gruppo ( lo spazio condiviso del noi ); è il luogo in cui sperimentare l’affetto e i sentimenti, al di fuori della famiglia ( autonomia psichica ).

Sulla base di queste considerazioni, per lo più generiche ed oggettive, che rappresentano i bisogni dei bimbi, il nostro team, segue un orientamento pedagogico volto allo sviluppo di tutte le potenzialità del bambino, all’insegnamento dell’autonomia e della vita sociale, nel rispetto delle peculiarità, e nella stretta collaborazione con l’ambiente della famiglia. Ogni bambino viene messo in condizioni, fisiche e psichiche, per svilupparsi nel modo migliore, rispettando i suoi tempi e ogni diversità individuale, culturale e religiosa.

Il bambino ( nel nostro caso da 12 a 36 mesi ) è una persona con particolari esigenze che va accompagnato alla scoperta del mondo, di se stesso, e di se stesso nel mondo, attraverso la conoscenza dei propri strumenti, come i 5 sensi e i meccanismi della ragione.

Nel nostro nido, il bambino vive la sua giornata scandita da piccole ritualità che lo rassicurano e lo rafforzano ( il pasto, il sonno, il cambio ), e le alterna al gioco-attività, sia individuale, che di gruppo; l’educatrice dunque, non svolge solamente un ruolo di maternage e di vigilanza, ma il suo ruolo più delicato è quello di guida per i bambini, di accompagnatrice alla scoperta di sé e degli altri, una sorta di Virgilio dell’aldiqua, che per i nostri bambini è un mondo completamente sconosciuto!

Il nostro progetto pedagogico è veicolato prima di tutto dallo spazio, che è di per sé un fattore di forte influenza sul pensiero e sul comportamento di chi lo abita, ma che è anche frutto della nostra espressione e delle persone che siamo.

Abbiamo scelto di abbellire lo spazio dell’ingresso con i lavori dei nostri bambini, partendo dall’idea che quello sia lo spazio di condivisione con i genitori, momento che rafforza l’autostima del bambino ( “questo l’ho fatto io!” ), allo stesso tempo rassicurando il genitore che segue quotidianamente il proprio figlio e i suoi progressi.

Per una serie di esigenze strutturali, poi, abbiamo dovuto seguire un layout particolare nel creare le microzone, per favorire la convivenza dei bimbi di diverse età, senza forzare i loro ritmi e insegnando automaticamente le diversità tra persone e le regole per una vita associata.
Così come il tempo delle attività stimolanti e delle ritualità rassicuranti, è stato scandito a seconda delle esigenze primarie dei bambini: la mattina vengono alternate varie attività a piccoli riposini; il pasto viene servito ad un orario tale che permetta ai bimbi di poter digerire prima del riposino pomeridiano, a cui seguono le uscite e il gioco libero.

L’aspetto più tangibile del nostro progetto pedagogico però è il gioco, lo strumento conoscitivo privilegiato dei bambini.
In questa fascia d’età il gioco è pratico, cioè assolve la funzione di scoperta: attraverso i sensi il bambino impara a dominare le proprie azioni e col tempo a conoscere gli oggetti. Successivamente il gioco diventa simbolico e degli oggetti si inizia ad imparare ed a gestire anche le varie funzionalità.
Attraverso il gioco, che le educatrici osservano e guidano, si cerca di sviluppare le potenzialità dei bimbi, di favorire la loro autonomia e di insegnar loro il vivere in una comunità: di farli crescere come consapevoli protagonisti della propria vita.

Obbiettivo fondamentale del nostro asilo, insieme con l’aspetto educativo, è un forte rapporto con le famiglie. Il nostro gruppo tiene particolarmente a questo aspetto per la serenità del bambino, ma anche per la tranquillità dei genitori che ci affidano i loro piccoli.

L’asilo deve essere un continuum della propria casa, dove il bimbo si senta protetto e sicuro per poter esplorare oltre, e sperimentarsi sempre più; e per questo scopo è bene che si percepisca il rapporto delle educatrici con i genitori, rapporto che dev’essere solido, sano, allegro, fatto di sorrisi e chiacchiere, di scambi umani e affettivi ( sempre all’interno dei propri ruoli ); e gli stessi genitori ne beneficiano, perché seguono i loro figli ed entrano in rapporto con le persone che li accudiscono e li curano.

Il nostro servizio dunque si affianca alle famiglie, le sostiene e le rassicura concorrendo alla crescita, alla cura, alla socializzazione e all’educazione dei bimbi, nella prospettiva del loro benessere. E’ una vera e propria sinergia, perché è necessario che ogni bambino si sperimenti da solo, senza mamma e papà, e gli stessi genitori devono essere consapevoli della necessità di questo. La nostra filosofia ci impone un dictat: accogliere un bambino significa accogliere un’intera famiglia e lavorare con tutto il nucleo, nei modi appropriati.

Durante tutto l’anno scolastico infatti, una cornice digitale con le foto della quotidianità, e i lavori dei bimbi, che si possono visionare nella bussola, creano un flusso di informazioni scuola-famiglia, che si rinvigorisce nei momenti in cui i genitori si fermano con noi operatrici, a raccontarci episodi della loro vita privata.

Spazio, comunità, cura, affetto, continuità con la famiglia: sono queste le linee guida che ci portano a lavorare nel nostro modo, al fine di garantire la crescita completa e serena di ogni bambino, verso l’autonomia e il benessere psico-fisico.

PROGETTO DIDATTICO
anno scolastico 2016-2017

La nostra progettazione didattico-educativa considera tutti gli elementi che agiscono, direttamente o indirettamente, sulla vita dei bambini, organizzando un lavoro attento che tende a realizzare la continuità e promuove la cooperazione costruttiva con la famiglia e le altre realtà formative.

Progettare un lavoro didattico coerente per bambini da 0 a 3 anni significa programmare una sequenza razionale di interventi, che tenga conto delle loro potenzialità per promuoverne lo sviluppo integrale in tutte le loro dimensioni: intellettuale, affettiva, volitiva ed emotiova.
Quest’anno il nostro progetto si chiama IL TRENINO COLORATO SEMPRE TUTTO EMOZIONATO: un trenino colorato, guidato dal capotreno MIRO’, che ci porterà in viaggio per conoscere i colori che ci circondano quotidianamente e le emozioni che portano con sé.

Il colore è un linguaggio non verbale che offre una grossa opportunità di espressione: i bambini infatti lo utilizzano come riflesso delle emozioni e degli stati d’animo ed è per questo che il nostro trenino viaggerà anche tra le emozioni, che sono uno degli aspetti più significativi della vita fin da molto piccoli.

Per i bambini però riconoscere le emozioni e gestirle è molto difficile; lo scopo ultimo del nostro progetto dunque è quello di avvicinare gradualmente i bimbi al mondo dei colori nella loro quotidianità, a partire da oggetti della vita familiare, e così scoprire e conoscere a poco a poco anche le emozioni che già da piccoli ospitiamo dentro, esternarle ed esprimerle liberamente, imparando non solo a conoscerle ma anche a gestirle.

Il nostro Mirò ci leggera due libri: I COLORI DELL’ARCOBALENO e I COLORI DELLE EMOZIONI che ci aiuteranno a muovere i primi passi di questa avventura suggerendoci oggetti comuni in associazione con i loro colori e a sua volta i colori in associazione con le emozioni:

TRISTEZZA………….BLU
RABBIA…………….ROSSO
CALMA…………..VERDE
PAURA………………NERO
ALLEGRIA………..GIALLO

Questi testi saranno per i bambini una guida visiva e narrativa che li accompagnerà per tutto l’anno.

Inoltre, sempre durante tutto l’anno, proporremo ai nostri bimbi delle attività di manipolazione e scoperta di materiali naturali, quali frutta, verdura, farine e spezie, con i quali sperimentare il tatto ed imparare tante tecniche per colorare; e stimoleremo le loro possibilità espressive con la lettura di storie e l’ascolto di brani musicali, compiendo un viaggio con la musica attraverso le emozioni per favorirne il riconoscimento: attraverso l’ascolto di piccoli brani, di generi musicali diversi, le emozioni vengono esplorate secondo il sentire individuale del bambino.

All’interno del percorso educativo l’attenzione all’ASCOLTO assume un ruolo importante perché crea possibilità per arricchire il linguaggio, sviluppare la creatività e offre occasioni per conoscere se stessi e il mondo. Imparare a fruire con piacere il suono in sé, la musica, il rumore, il silenzio, aiuta a prendere consapevolezza di una nuova dimensione e sviluppa sensibilità

E’ proprio attraverso queste esperienze pratiche che il bambino acquisisce conoscenze e forma concetti, anche emotivi, che gli permetteranno di creare relazioni più consapevoli.
Dunque nel nostro viaggio con questi bambini lavoreremo all’interno di tutti i campi d’esperienza tipici dei bambini della loro età, proprio al fine di intervenire in maniera educativa: e dunque ci occuperemo della percezione e del movimento, così come del rapporto immagine-gesto-parola, ma anche della scoperta di un mondo naturale nuovo.

Inoltre proporremo ai bambini un PERCORSO PSICOMOTORIO, con lo scopo di consentire loro l’acquisizione della consapevolezza dello spazio, del tempo e del movimento nella relazione col mondo e con l’altro, dove gli aspetti emotivi, cognitivi e affettivi formano un’unità indissolubile.

Attraverso la proposta del gioco psicomotorio il bambino sperimenta progressivamente modalità di movimento quali strisciare, scivolare, rotolare, correre, saltare, cadere, affinando le proprie abilità. Le esperienze sono svolte a corpo libero con l’utilizzo di alcuni materiali.

Attraverso il gioco, il bambino sperimenta il piacere sensomotorio, la gioia del movimento, aspetti importanti per lo sviluppo di un’immagine positiva di sé: il bambino è stimolato a condividere il gioco con i coetanei attraverso dinamiche che favoriscono lo sviluppo della socialità.

Non è solo un’esperienza corporea, ma soprattutto uno spazio d’espressione delle proprie capacità e potenzialità creative, comunicative, motorie, simboliche ecc…e di ricerca di nuove tappe grazie alla sperimentazione, all’inventiva, alla trasformazione e alla realizzazione.

Di per sé la ricerca è la modalità conoscitiva del bambino, per cui il nostro intento è quello di sostenerla e svilupparla, curando le condizioni materiali e affettive in cui essa avviene, facendo attenzione alla loro adeguatezza nello sviluppo del singolo bambino.

Ad accompagnarci nel percorso motorio sarà sempre il capotreno Mirò con cui attraverseremo 4 esperienze stimolanti: IL PAESE DELLA MORBIDEZZA, IL PAESE CHE SI STROPICCIA, IL PAESE DEGLI STRAPPI e IL PAESE DEI PERCORSI.

Naturalmente gli interventi che saranno proposti ai bambini, saranno commisurati alle loro capacità e alle loro inclinazioni, e saranno sempre condivisi con la famiglia: il tutto allo scopo di sviluppare la loro crescita serena all’interno di un contesto che la scuola e la famiglia di comune accordo condividono.

A tal proposito le educatrici del Meralò hanno scelto anche quest’anno di proporre 3 momenti di condivisione scuola-famiglia, organizzando 3 laboratori sempre inerenti il tema trattato e sempre allo scopo di sostenere il percorso dei nostri cuccioli, il cui sviluppo emotivo e cognitivo passa necessariamente dalla famiglia.

  • DOMENICA 13 NOVEMBRE ore 10.00/12.00
    LABORATORIO DEI COLORI NATURALI
    Proporremo ai genitori di accompagnare i propri figli alla scoperta dei colori naturali e dei loro molteplici utilizzi…
  • DOMENICA 26 FEBBRAIO ore 10.00/12.00
    LABORATORIO DEI COSTUMI COLORATI
    Approfittando del periodo carnevalesco, proporremo la realizzazione, sempre a 4 mani, di costumi di carnevale colorati a tema col nostro progetto didattico…
  • DOMENICA 2 APRILE ore 10.00/12.00
    LABORATORIO DELLE EMOZIONI
    Il nostro viaggio ci ha condotti alla conoscenza delle emozioni, che in questa occasione bimbi e genitori racchiuderanno in dei vasetti speciali…

E naturalmente immancabili….

  • DOMENICA 28 MAGGIO ore 8.30
    GITA SCOLASTICA A FIABILANDIA
    In linea con il nostro progetto didattico, vi proponiamo di passare insieme una giornata in mezzo ai colori e travolti dalle emozioni, nel mondo fiabesco di FIABILANDIA!!!!!
  • DOMENICA 11 GIUGNO ore 16.00
    FESTA DI FINE ANNO E CERIMONIA DEI DIPLOMI
    Anche quest’anno approfitteremo del nostro giardino per festeggiare insieme la fine dell’anno scolastico, e anche per celebrare la consegna dei diplomi ai bimbi che hanno concluso il ciclo al nido e si apprestano ad entrare nella Scuola dell’Infanzia…o meglio “ dei bimbi grandi “!!

Ma le iniziative per voi genitori non finiscono qui!!!!

Per le MAMME abbiamo pensato a 3 incontri che favoriscano la socializzazione e nei quali sentirsi libere di scambiare idee ed emozioni e soprattutto di divertirsi!!!!

  • 13 OTTOBRE ore 20.00: PIZZA ROSA, insieme alle dade, trascorreremo una serata tutta al femminile!!!
  • 29 GENNAIO ore 17.30: TE ROSA, con l’arrivo del freddo, approfitteremo della scuola per sederci a fare due chiacchiere insieme!!
  • 5 MAGGIO ore 17.30: APERIMERENDA ROSA, stavolta anche con i vostri bimbi, trascorreremo il pomeriggio in giardino a stuzzicare qualcosina!!!

Per i PAPA’ invece abbiamo scelto 2 incontri, perché possano anche loro approfittare di un momento di condivisione e aggregazione!

  • 17 NOVEMBRE ore 20.00/22.00: B & B al maschile, cioè birra e bowling per un paio d’ore di relax e chiacchiere!
  • 27 APRILE ore 19.30/22.00: PLAY THE GAME con pizza, mini tornei di calcio balilla, ping pong e biliardo nel giardino della scuola, accompagnati da una buona pizza!

Tutti i dettagli riguardo i laboratori, la gita, la festa e gli incontri dei genitori, saranno specificati dalle educatrici a ridosso degli eventi stessi.

Buon anno scolastico a tutte le famiglie!
Dada Meli, Dada Raffa e Dada Lori